E-Prix Parigi, la Renault e-Dams a caccia del primo successo in casa

di Mattia Eccheli
PARIGI – Dopo aver “riposato” per quasi un mese e mezzo, i piloti della Formula E tornano in pista a Parigi pochi giorni dopo l'ePrix del Principato di Monaco dominato da Sébastien Buemi, che ha finora vinto quattro prove su cinque con la Renault e.Dams. In realtà, già giovedì su invito di Nelson Piquet jr hanno gareggiato per beneficenza sul circuito parigino di kart di Jean-Eric Vergne con l'obiettivo di raccogliere fondi per Billy Monger, il 16enne pilota di Formula 4 che ha perso le gambe in un incidente a Donnington Park.

“Straordinari” a parte, lungo le 14 curve dei poco meno di 2 chilometri di tracciato nel cuore della capitale francese, attorno a Les Invalides, il brasiliano della Abt Schaeffler Audi Sport Lucas Di Grassi insegue non solo lo svizzero Buemi leader del mondiale, ma anche la conferma della vittoria ottenuta un anno fa davanti a Vergne (che dopo l'incidente di sabato ha ancora qualche problema alla mano) ed allo stesso elvetico. Il tedesco della Mahindra Nick Heidfeld, reduce dal terzo posto di Monaco, aveva ottenuto il miglior tempo.

Intanto, il team Andretti ha dovuto fare i conti con il declassamento del portoghese Felix da Costa, penalizzato con 33 secondi per un “unsafe realease” ai box: anziché ottavo compare così undicesimo nella graduatoria finale della gara monegasca perdendo i punti che aveva conquistato. In ogni caso una prova positiva, visto che era scattato dalla 17° posizione. La scuderia che conta sull'appoggio di Bmw è ottava (su 10) e gli unici punti contabilizzati dalla Fia li ha ottenuti finora solo a Hong Kong, nella gara d'esordio.

Per il team Ds Virgin quella di Parigi è una gara di casa. Sia Sam Bird (che un anno fa era partito dalla pole a Parigi) sia Josè Maria Lopez devono riscattare l'opaca prestazione dello scorso week end archiviata con un doppio ritiro. Le attese erano superiori rispetto al 5° ed al 14° posto individuale ed anche rispetto alla quinta piazza della scuderia, già lontanissima dalle prime due.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Venerdì 19 Maggio 2017, 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Skoda Karoq, il Suv compatto che affianca il fratello maggiore Kodiaq
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 LEGGO - C.F. e P. IVA 06281151008