La futura Bmw XM esibita in una delle sale dell'hotel Ritz Carlton di Rancho Mirage, in California, dove la casa tedesca ha presentato l'intera gamma 7

Bmw XM, il primo plug-in della gamma ad alte prestazioni. Come Red Label fino a 750 cv di potenza

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

PALM SPRINGS – Con la nuova XM, la Bmw rompe il “tetto di cristallo”, definizione molto in voga in questo momento in Italia. Il Suv tedesco a trazione integrale da 5,11 metri di lunghezza e 2,7 tonnellate di massa è il primo elettrificato della gamma ad alte prestazioni ed è allo stesso tempo anche la prima applicazione pratica dell'abbinamento del sistema plug-in ad un V8, tra l'altro sovralimentato con tecnologia twin power. Nella sua annunciata declinazione Red Label da 750 Cv e 1.000 Nm di coppia sarà anche il modello di serie più potente mai fabbricato dalla casa dell'Elica. In termini di potenza, con la futura XM Red Label la Bmw supera il Suv “rivale” Ferrari Purosangue che si ferma a 725 (almeno per ora).

In Italia, il prezzo annunciato per il Suv plug-in ad alte prestazioni in versione “ordinaria” (si fa per dire) da 653 Cv e 800 Nm che arriverà in primavera è di 175.000 euro. Per il listino della Red Label ci sarà ancora da pazientare perché arriverà solo nella seconda metà del prossimo anno. Pur essendo stato sviluppato sulla nuova X7, il costruttore bavarese lo presenta come un modello originale, il primo dopo la gloriosa M1 con la quale mezzo secolo fa Bmw aveva lanciato il proprio marchio ad alte prestazioni. Non solo dal punto di vista meccanico, ma anche dal punto di vista estetico il Suv presenta delle differenze notevoli, anche se malgrado i 70 millimetri di lunghezza in meno rispetto alla X7, il design non sia poi così “stravagante” come si legge nella nota del costruttore. Non c'è invece alcun dubbio che gli interni siano un ulteriore passo verso il segmento del lusso.

Il frontale è decisamente convincente e meno “arrogante” di altri modelli con un grandi prese d'aria e un doppio rene quasi “garbato”, seppur con contorni dorati. I fari sdoppiati (quelli diurni sono divisi dagli altri proiettori) sono ripresi dalla nuova firma luminosa della gamma 7, mentre al posteriore la XM esibisce due doppi terminali di scarico esagonali laterali sovrapposti (un'altra “prima volta” per la gamma ad alte prestazioni). La tinta oro è stata ripresa anche per la fascia laterale che richiama quella nera della capostipite M1: una scelta motivata dai gusti dei clienti dei mercati principali, che abitano principalmente negli Stati Uniti, dove avviene anche la produzione (a Spartanburg, il più grande stabilimento al mondo di Bmw, che ne fa anche il primo esportatore di auto degli Usa), in Cina e in Medio Oriente.

In qualche modo l'interpretazione del lusso è anche ostentazione, come dimostrano i cerchi in lega ottimizzati dal punto di vista aerodinamico e dallo straordinario effetto ottico quando le ruote girano. Sulla XM sono di serie da 21 pollici, ma a richiesta si possono avere anche da 23 (a partire da 3.100 euro). Gli interni riflettono il lusso con sedili multifunzione M, protezioni per le ginocchia, volante in pelle esclusivo e grafiche specifiche M di serie. Non mancano né il Bmw Curved Display né lo Head-Up Display né l'impianto audio surround Harman Kardon (quello Bowers & Wilkins Diamond con amplificatore da 1.500 watt e quattro altoparlanti aggiuntivi nella zona del tetto compare fra gli accessori: 5.000 euro) né il Travel & Comfort System.

La Bmw XM monta il nuovo V8 biturbo da 4.4 litri che da solo vale 489 Cv e 650 Nm e che è abbinato all'unità elettrica da 197 Cv e 280 Nm. La batteria da 25,7 kWh assicura un'autonomia potenziale a zero emissioni fino a 88 chilometri. La velocità di punta in questa modalità è di 140 orari, altrimenti è di 250, che possono diventare 270 con il pacchetto 7Me: lo spunto da zero a cento all'ora avviene in 4,3 secondi. Partendo con l'accumulatore pieno, nei primi 100 km si possono percorrere fino a quasi 67 km con un litro di benzina.

  • condividi l'articolo
Martedì 1 Novembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 03-11-2022 11:11 | © RIPRODUZIONE RISERVATA