La Mercedes-Benz SLR del 1955 venduta a 135 milioni di euro

E' la Mercedes-Benz SLR del 1955 l'auto più costosa del mondo. Venduta per 135 milioni di euro

  • condividi l'articolo

Giovedì scorso Mercedes-Benz ha confermato di aver recentemente venduto l’auto più costosa del mondo. Una rarissima coupé Mercedes-Benz SLR del 1955 che era stata conservata nella collezione della casa automobilistica tedesca è stata infatti venduta a un privato per 135 milioni di euro, l’equivalente di 142 milioni di dollari. Quel prezzo la rende l’auto più costosa conosciuta mai venduta, secondo Hagerty, una società che tiene traccia dei valori delle auto da collezione.

Il denaro della vendita - come ha riferito la Mercedes in un comunicato - sarà utilizzato per costituire il Mercedes-Benz Fund, un fondo globale per borse di studio. Il precedente prezzo di vendita record per un’auto è stato pagato nel 2018  70 milioni di dollari per una Ferrari 250 GTO del 1963.
La Mercedes venduta era uno dei due soli prototipi 300 SLR Uhlenhaut Coupé e l’altra Uhlenhaut Coupé rimarrà nella collezione del Museo, secondo quanto ha riferito la Mercedes-Benz.
«Le loro auto da corsa degli anni ‘30 e ‘50 sono rare e la maggior parte è ancora di proprietà della fabbrica, quindi tutte quelle che arrivano sul mercato sono molto ricercate», ha affermato Brian Rabold, vicepresidente per l’intelligence automobilistica di Hagerty.
Le SLR Mercedes “Gullwing” - così chiamate per via delle porte che si alzano come ali ricurve - sono considerate tra le auto più desiderabili del mondo. E varie versioni rare e da corsa sono particolarmente preziose.

La SLR Uhlenhaut Coupé è, essenzialmente, una versione hard-top della famosa vettura da corsa SLR scoperta di Mercedes, alimentata da un motore a otto cilindri da 300 cavalli. L’idea era che un’auto chiusa avrebbe protetto meglio i conducenti dal vento e dalle intemperie alle alte velocità, mentre il tetto chiuso avrebbe anche migliorato l’aerodinamica.
Poco dopo lo sviluppo di queste auto, la Mercedes ha interrotto il suo coinvolgimento negli sport motoristici, quindi le auto non sono mai state utilizzate nelle competizioni. L’identità dei nuovi proprietari dell’auto rimane sconosciuta, il rivenditore di auto d’epoca britannico Simon Kidston ha affermato in un comunicato stampa di aver fatto l’offerta vincente per conto di un cliente.

  • condividi l'articolo
Venerdì 20 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento: 24-05-2022 10:00 | © RIPRODUZIONE RISERVATA