La nuova Honda CB1000R

Honda CB1000R, la maxi-naked si evolve in grande stile: tecnica moderna e look ricercato

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo

MILANO - Honda aggiorna la CB1000R portando ad Eicma 2017 una maxi-naked che unisce una tecnica moderna ed evoluta ad un look dallo stile ricercatissimo: una fusione tra il mondo café racer e il futuro delle due ruote. Ha una spiccata personalità esaltata dal faro a LED anteriore, dalla coda snella e slanciata, e dal portatarga fissato al forcellone monobraccio, nonché dalla presenza di una gomma da 190/55-17 al posteriore.

Il motore quattro cilindri è stato rivisto ed offre maggiore potenza (145 CV a poco più di 10.000 giri/min, contro i 125 del modello precedente) e più coppia ai medi (104 Nm a 8.250 giri/min). Il comando del gas è del tipo Throttle By Wire e la gestione motore prevede 3 Riding Mode con livelli preimpostati di erogazione potenza, freno motore e controllo di trazione “T”. Un quarto Riding Mode permette di impostare liberamente ogni parametro. Inoltre, il cambio ha oggi rapporti più corti del 4% ed è abbinato a una frizione antisaltellamento.

Look completamente rivisto, motore più performante ed elettronica più evoluta si sposano poi con una importante riduzione del peso complessivo dei 12 kg rispetto al modello precedente (ora sono 212 kg con il pieno di benzina). C’è un nuovo telaio monotrave superiore in acciaio scatolato associato a nuove sospensioni Showa regolabili. L’impianto frenante è composto da dischi flottanti da 310mm morsi da pinze radiali a 4 pistoncini davanti e da un disco singolo da 256 mm agisce una pinza a 2 pistoncini dietro. Infine è disponibile anche una versione speciale CB1000R+ dotata di Quickshifter, manopole riscaldabili e una serie di raffinate componenti con finiture metalliche

«In Honda, è nostra intenzione guardare sempre al futuro ed essere pronti ad assumere un ruolo di ispiratori. Di conseguenza, dato che i requisiti attesi del segmento naked stanno crescendo, sapevamo che saremmo dovuti andare ben oltre un aumento delle prestazioni reali della CB1000R. I clienti hanno aspettative e interessi che non riguardano semplicemente la "velocità". Noi volevamo che ogni esperienza in sella alla nuova CB1000R fosse emozionante ed entusiasmante, ma anche che i piloti provassero vero piacere nel possedere e mettere in mostra una moto così unica. Quindi, abbiamo intrapreso una nuova strada e siamo molto orgogliosi del risultato raggiunto, sia quando la vediamo in movimento, sia quando la ammiriamo all'interno del nostro garage», ha dichiarato S. Uchida, Large Project Leader.
 

 

  • condividi l'articolo
Venerdì 10 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:41 | © RIPRODUZIONE RISERVATA