il Ceo del marchio di Wolfsburg Ralf Brandstätter durante l evento Volkswagen Way to Zero

Volkswagen lancia Way to Zero, obiettivo - 40% CO2 nel ciclo vita. Ceo Brandstätter: «17 tonnellate in meno per ogni auto prodotta»

  • condividi l'articolo

WOLFSBURG - Entro il 2030, l’Unione Europea mira a ridurre le proprie emissioni di gas serra di almeno il 55% rispetto al valore del 1990, spostando un obiettivo che fino ad ora era fissato al 40 %. Una conferma, questa, del fatto che il tema della protezione del clima in tutto il mondo acquista slancio, e lo fa coinvolgendo anche i grandi attori del mondo automotive. “Volkswagen è stata la prima Casa automobilistica a impegnarsi per gli obiettivi climatici di Parigi - ha detto il Ceo del marchio di Wolfsburg Ralf Brandstätter durante l’evento Volkswagen Way to Zero - perché: con le dimensioni e il successo viene la responsabilità. Nel 2020, l’impronta di carbonio globale del Gruppo Volkswagen è stata di 369 milioni di tonnellate. Se Volkswagen fosse un Paese, si classificherebbe accanto al Regno Unito come il decimo produttore mondiale di CO2”. E poiché il marchio Volkswagen rappresenta, con il 60% delle vendite del Gruppo la quota maggiore di questa impronta di CO2, la ‘promessa’ fatta da Brandstätter è quella di “ridurre continuamente le nostre emissioni di carbonio fino al 2050”.

Denominato Way to Zero, questo percorso punta alla protezione del clima sostenibile e comporterà - ha detto Ceo del marchio di Wolfsburg - “un nuovo, ambizioso obiettivo: ridurre entro il 2030 le emissioni di CO2 nel l’intero ciclo di vita del veicolo del 40% rispetto al 2018”. E con soddisfazione Brandstätter ha quantificato cosa rappresenterà questo impegno: “una riduzione media di 17 tonnellate di CO2 per veicolo”. Nonostante la pandemia da Coronavirus - è stato ricordato - “Nel 2020 Volkswagen ha mantenuto la promessa superando gli obiettivi di riduzione della CO2 della nostra flotta europea di 6 milioni di grammi nel 2020. E con l’ulteriore espansione della nostra famiglia ID “anche quest’anno raggiungeremo gli obiettivi di CO2 della nostra flotta”. Il piano Way to Zero prevede un gran numero di progetti e di misure specifici su quattro temi principali: accelerazione dell’elettrificazione; trasformazione a emissioni zero della catena di fornitura e produzione; utilizzo di elettricità verde per la ricarica dei veicolo; seconda vita e riciclaggio per le batterie. Parlando di accelerazione dell’elettrificazione, Brandstätter ha ricordato l’impegno ad aumentare la quota delle vendite di modelli a batteria nel 2030 dal 35% al 55% con oltre 300.000 unità aggiuntive ogni anno.

“Ma non è tutto - ha detto il Ceo del marchio di Wolfsburg - in quanto ci siamo posti un obiettivo ancora più ambizioso: entro il 2030, almeno il 70% di tutte le nuove Volkswagen in Europa e più della metà di quelle in Nord America e Cina saranno elettriche”. Enro il 2030 Volkswagen lancerà almeno un nuovo modello elettrico ogni anno. “Dopo ID.4 - ha ribadito Brandstätter - stiamo lanciando il nostro modello eletttrico prestazionale l’ID.4 GTX. Poi ci sono ID.6 X e ID.6 Crozz che sono i primi veicoli MEB sviluppati appositamente per il mercato cinese. Alla fine del 2021 sarà lanciato ID.5, inizialmente in Europa. E nel 2022, ID.Buzz rappresenterà la reincarnazione elettrica del nostro iconico Bulli. Nel 2025 sarà la volta della nostra piccola Volkswagen elettrica per il segmento entry-level”. Entro il 2025, miria a ridurre le emissioni di CO2 del 50% per ogni veicolo rispetto al 2015. In questo programma - denominato Zero Impact Factory l’azienda cerca le cause delle emissioni di CO2 nei siti e trova alternative migliori e più ecologiche. “Stiamo anche gradualmente spostando la nostra fornitura di energia a quella rinnovabile - ha concluso Brandstätter - come nel caso della conversione della nostra centrale elettrica a Wolfsburg da carbone a gas. È un progetto molto complesso ma a partire dal 2023 le sue emissioni di CO2 saranno ridotte del 60%, cioè l’equivalente alla CO2 emessa in un anno da circa 870.000 veicoli con motore termico”. 

  • condividi l'articolo
Venerdì 30 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento: 04-05-2021 13:04 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti