Un distributore di carburanti

Carburanti, ancora cali alla pompa: benzina in modalità self è a 1,975 euro. Gasolio self è a 1,931 euro al litro

  • condividi l'articolo

Proseguono i tagli sui prezzi dei carburanti. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo che hanno chiuso ieri poco mosse (lievi fluttuazioni in positivo sulla benzina e in negativo sul diesel), arrivano nuove riduzioni sui prezzi raccomandati sulla rete. In particolare, torna a muoversi Eni scendendo di 1 cent su benzina e diesel, mentre IP, Tamoil e Q8 diminuiscono di 2 cent entrambi i carburanti. Il monitoraggio sul territorio evidenzia di conseguenza prezzi medi praticati in discesa. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati alle 8 di ieri 20 luglio, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 1,975 euro/litro (1,982 il valore precedente), con i diversi marchi compresi tra 1,955 e 1,982 euro/litro (no logo 1,971).

Il prezzo medio praticato del diesel self è 1,931 euro/litro (1,937 il dato precedente), con le compagnie tra 1,916 e 1,937 euro/litro (no logo 1,930). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato si posiziona a 2,119 euro/litro (contro 2,124), con gli impianti colorati che praticano prezzi tra 2,047 e 2,187 euro/litro (no logo 2,024). La media del diesel servito è 2,078 euro/litro (2,083 il dato precedente), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 2,009 e 2,139 euro/litro (no logo 1,985). I prezzi praticati del Gpl si attestano tra 0,827 a 0,843 euro/litro (no logo 0,812). Infine il prezzo medio del metano auto si colloca tra 2,023 e 2,343 (no logo 2,163). 

  • condividi l'articolo
Giovedì 4 Agosto 2022 - Ultimo aggiornamento: 17:56 | © RIPRODUZIONE RISERVATA