La Ferrari Daytona SP3

Ferrari, ricavi in 2026 arriveranno a 6,7 miliardi. Ci saranno 15 nuovi lanci nel periodo 2023-2026

  • condividi l'articolo

MARANELLO - Ferrari stima di raggiungere nel 2026 ricavi di circa 6,7 miliardi di euro, in crescita rispetto ai circa 4,8 miliardi della guidance 2022. L’Ebitda adjusted è stimato al 2026 tra 2,5 e 2,7 miliardi di euro, con un margine tra il 38% e il 40%. La guidance per il 2022 è di un Ebitda adjusted di 1,65-1,7 miliardi con margine tra il 34,5% e il 35,5%. L’Ebit adjusted al 2026 è atteso tra 1,8 e 2 miliardi di euro (27-30% il margine), quando la guidance 2022 è di un Ebit adjusted tra 1,1 e 1,15 miliardi di euro con margine al 23-24%. L’utile diluito adjusted per azione al 2026 è stimato pari a 7,2-8 euro, quando la guidance 2022 è per 4,55-4,75 euro. Il free cash flow industriale cumulato per il periodo di piano è stimato tra 4,6 e 4,9 miliardi di euro. La crescita media dei ricavi è del 9%, trainata principalmente dalle attività legate alle auto, sostenute dall’ampioportafoglio di modelli e dalle personalizzazioni.

Ci si attende che anche gli altri ricavi, generati sia dalle attività racing sia da quelle attività lifestyle, contribuiranno positivamente alla performance della società,includendo l’ambizione di raddoppiare le vendite lifestyle entro il 2026 rispetto ai livelli pre-pandemia. Per quanto riguarda l’Ebit, la sua crescita per Ferrari sarà trainata dal mix/prezzo come fattore principale e, in misura minore, dal volume. I costi industriali e di ricerca e sviluppo cresceranno principalmente a causa degli ammortamenti e delle spese per migliorare ulteriormente il vantaggio tecnologico di Ferrari. Anche le SG&A aumenteranno leggermente, per supportare le attività di comunicazione e marketing a sostegno della gamma di prodotti, di lifestyle, del network e dello sviluppo organizzativo. Guardando all’Ebitda, la stima è che abbia una crescita media annua dell’11%, superiore a quella dei ricavi. Ferrari ha deciso di proseguire con la proposta di incrementare il dividend pay-out per gli anni a venire a un 35% stabile dell’utile netto rettificato, e di iniziare un programma di riacquisto azioni proprie di circa 2 miliardi d euro da eseguirsi da ora fino alla fine del periodo di piano, in linea con il progredire della generazione di free cash.

Nel periodo di piano 2022-2026, inoltre, gli investimenti cumulati sono pari a 4,4 miliardi di euro, che sosterrano lo sviluppo del prodotto, di cui circa il 75% relativi a nuovi progetti vettura e 25% alle infrastrutture. Nel periodo 2023-2026 ferrari farà 15 nuovi lanci. Per mantenere l’unicità del marchio ferrari, la gamma prodotti 2022-2026 comprenderà, in media, oltre ai modelli di gamma: Icona e Supercar, che saranno limitate a meno del 5% dei volumi totali e Serie Speciali che rappresenteranno circa il 10% dei volumi totali. È quanto è stato specificato in occasione della presentazione del piano al 2026. Inoltre, entro il periodo di piano, sarà lanciata anche la nuova Supercar.

  • condividi l'articolo
Domenica 19 Giugno 2022 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2022 13:04 | © RIPRODUZIONE RISERVATA