Volkswagen, utile netto 2021 balza a 15,4 mld, +12,3% ricavi a 250,2 mld. Vendite auto in calo, guidance 2022 condizionata da Ucraina

Volkswagen, utile netto 2021 balza a 15,4 mld, +12,3% ricavi a 250,2 mld. Vendite auto in calo, guidance 2022 condizionata da Ucraina

  • condividi l'articolo

WOLFSBURG - Il gruppo automobilistico tedesco Volkswagen ha chiuso il 2021 con risultati in crescita nonostante la crisi dei chip abbia condizionato la produzione e portato a un numero minore di auto consegnate ai clienti. Nel 2021 il gruppo ha realizzato un utile netto di 15,4 miliardi di euro, in aumento del 74,8% rispetto al 2020. I ricavi sono saliti del 12,3% a 250,2 miliardi di euro, con il risultato operativo quasi raddoppiato (+99%) a 19,275 miliardi di euro e un margine al 7,7% (dal 4,3% nel 2020). Le vendite di auto nel 2021 sono diminuite di circa 600mila unità rispetto al 2020 a 8,576 milioni di unità (-6,3%), che rappresenta un -2,4 milioni rispetto ai livelli pre-pandemia (2019). All’assemblea degli azionisti verrà proposto un dividendo di 7,50 euro per le azioni ordinarie (+56% da 4,80 euro dell’anno prima) e di 7,56 euro per le privilegiate (da 4,86 euro). Per il 2022, il gruppo si aspetta un aumento delle consegne di auto tra il 5 e il 10%, un margine operativo sui ricavi tra il 7 e l’8,5%. Questa guidance, si specifica in una nota, è soggetta a possibili sviluppi a causa della guerra in Ucraina e ai possibili impatti di questa sulla catena di approvvigionamento e sull’economia mondiale.

Le vendite di auto, si specifica in una nota del gruppo, sono scese a causa della carenza a livello globale dei semiconduttori. Ad ogni modo, continuano a crescere le vendite di auto elettriche (Bev), che sono quasi raddoppiate a 452.900 unità. Il gruppo Vw ha circa il 25% del mercato auto europeo di auto Bev ed è al secondo posto negli Stati Uniti con il 7,5%. In Cina, nel 2021 sono state consegnate ai clienti 92.700 auto Bev, un numero più che quadruplicato rispetto al 2020. Guardando nel dettaglio i risultati del gruppo, la divisione Automotive ha generato flussi di cassa netti di 8,6 miliardi di euro, in crescita del 35,4% rispetto ai 6,4 miliardi del 2020. La liquidità netta è rimasta pressochè invariata a 26,7 miliardi (26,8 mld a fine 2020). Da fine 2019, rappresenta un aumento di circa 5 miliardi di euro. ‘Negli ultimi due anni abbiamo imparato a mitigare meglio l’impatto delle crisi sulla nostra azienda.

Sono fiducioso che faremo il miglior utilizzo possibile di tali esperienze per restare in carreggiata in questi tempi difficilì, ha dichiarato il cfo del gruppo, Arno Antlitz. ‘Nel 2021 abbiamo potenziato la nostra solidità complessiva ottenendo margini migliori, riducendo i costi generali, abbassando il punto di pareggio e mantenendo la disciplina negli investimentì, ha continuato, sottolineando che questi sforzi sono stati premiati da ‘solidi risultati e flussi di cassa. Allo stesso tempo, non abbiamo fatto compromessi quando si tratta di investimenti futuri e siamo andati avanti diventando un fornitore di mobilità sostenibile basato su software”.

  • condividi l'articolo
Sabato 12 Marzo 2022 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2022 17:43 | © RIPRODUZIONE RISERVATA