La RS Q E-tron è il prototipo elettrico ad autonomia estesa con il quale Audi parteciperà al suo primo Dakar Rally che si terrà dal 2 gennaio 2022 in Arabia Saudita

Audi RS Q E-tron, ecco il prototipo elettrico per conquistare il rally Dakar 2022

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

Si chiama RS Q E-tron l’auto elettrica con la quale Audi parteciperà alla prossima edizione del rally Dakar segnando un altro snodo nella storia tecnologica e sportiva del marchio di Ingolstadt dopo le partecipazioni vittoriose nei rally, nelle gare di durata e nelle GT oltre che in Formula E, campionato dal quale Audi uscirà ufficialmente alla fine dell’anno dopo aver collezionato 43 podi, 12 vittorie e un titolo piloti (sotto le insegne del team Schaeffler) nel 2017 e per Team nel 2018.

Audi dunque torna in qualche modo alle sue radici perché proprio nei rally conquistò le prime affermazioni sperimentando uno dei suoi cavalli di battaglia: la trazione integrale. E lo stesso farà anche su pista visto che nel 2023 sarà pronta la nuova vettura LMDh con la quale potrà partecipare sia al WEC (24 Ore di Le Mans compresa, gara vinta per 13 volte) sia al campionato IMSA. La Dakar, in qualche modo, racchiude questi due tipi di corsa: è un rally, ma dura migliaia di chilometri con tappe fino a 800 km e in zone remote tanto che il team principal Sven Quandt afferma che «Se finiamo la nostra prima edizione delle Dakar, è già un successo».

Le parole di Quandt suonano tuttavia come pretattica se pensiamo al team di piloti che è stato allestito per le 3 auto che correranno la Dakar: Mattias Ekström con Emil Bergkvist, Stéphane Peterhansel con Edouard Boulanger e Carlos Sainz con Lucas Cruz. Dunque i migliori specialisti dei questo tipo di competizione per quello che tutti sono d’accordo nel definire un dream team. Audi è riuscita dunque, in meno di 12 mesi, a coinvolgere grandi piloti e a sviluppare la nuova vettura sulla base del regolamento Cross-Country Rally Car, nella categoriaT1E ovvero quella dedicata alle propulsioni alternative.

La RS Q E-Tron è, tecnicamente, un prototipo elettrico ad autonomia estesa, ovvero è un’ibrida plug-in in serie con batteria ricaricabile che, una volta scarica, viene ricaricata da un motore a scoppio presente a bordo, ma non collegato alle ruote. I due unici motori di trazione sono elettrici e sono proprio gli MGU05 sviluppati per la Formula E. Un terzo è collegato al 2 litri turbo ad iniezione diretta derivato dal DTM, modificato per scendere di potenza da 450 a 220 kW e per girare nella fascia ottimale tra i 4.500 e 6.000 giri/min invece che a 9.000 giri/min, per offrire il miglior consumo specifico, al di sotto dei 200 g/litro per ogni kWh di energia prodotto.

Al 4 cilindri è collegato un terzo identico motogeneratore. La sua funzione è puramente “passiva” e, così come gli altri due, ha un rendimento di oltre il 97% e una potenza massima di ricarica pari a quella del motore endotermico mentre quelli di trazione arrivano a 250 kW. Sulla Formula E, trasmissione ed inverter compresi, pesano solo 35 kg, ma sulla RS Q E-tron il peso sarà presumibilmente superiore vista la presenza di una trasmissione più robusta e di un differenziale autobloccante a controllo elettronico. A questo proposito, la vettura pesa in tutto 2.000 kg, senza piloti. Nella massa sono compresi i 370 kg della batteria agli ioni di litio da 52 kWh, non è chiaro invece se sono compresi i 295 litri di benzina che possono entrare nel serbatoio.

La RS Q-Tron ha uno stile possente ed accattivante visti la grafica della livrea, la presenza di fari a led e del gruppo ottico posteriore unico, l’andamento aerodinamico delle linee e le dimensioni: 4,5 metri di lunghezza per ben 2,3 di larghezza e 1,95 di altezza. La vettura ha una struttura tubolare con panelli di carbonio e zylon, ha una potenza massima di 500 kW (ma in gara dovrebbero essere utilizzabili solo 300 kW), può accelerare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e raggiunge i 170 km/h autolimitati per regolamento. Il primo esemplare è già pronto a Neuburg, presso la sede di Audi Sport e presto inizieranno i test secondo una tabella di marcia molto serrata poiché la Dakar 2022, che si svolgerà ancora una volta in Arabia Saudita, prenderà il via il 2 gennaio.

  • condividi l'articolo
Sabato 24 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento: 25-07-2021 16:38 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti