Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno festeggiato  il titolo mondiale di rally per piloti e navigatori, il quarto consecutivo

In Spagna Ogier (Volkswagen Polo WRC) conquista la gara ed il 4° titolo mondiale

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

SALOU – Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno festeggiato ancora una volta in Spagna il titolo mondiale di rally per piloti e navigatori, il quarto consecutivo. Alla coppia francese di Volkswagen sarebbe bastata anche la terza piazza, ma il ritiro, ieri, del compagno di scuderia, il norvegese Andreas Mikkelsen, ha facilitato il compito a Ogier e Ingrassia. Che tuttavia hanno fugato ogni dubbi aggiudicandosi il Rally di Catalogna e laureandosi campioni FIA WRC per il 2016 con 222 punti con due gare ancora da disputare. Nel fine settimana ne hanno aggiunti altri 27: 25 per il successo e 2 per la piazza d'onore nel power stage vinto da Jari Matti Latvala.
 

 

La prova iberica è stata la 37esima vittoria per i due francesi, la trentesima con Volkswagen Polo R. “È stato un fine settimana straordinario”, ha commentato Ogier, che ha poi ringraziato l'intero team, della cui spedizione fanno parte anche due italiani, il torinese Yari Mischinelli e l'altoatesino Matteo Demetz. Nella generale del Rally di Catalogna, l'iridato ha preceduto i tre piloti di punta di Hyundai: nell'ordine Dani Sordo di 15,6 secondi, Thierry Neuville di 1:15 e Hayden Paddon di 1:27.8. La scuderia coreana, il cui quartier generale è in Germania, ha evitato che Volkswagen archiviasse anche la pratica relativa al titolo costruttori.

“È stata una stagione impegnativa, ma fantastica”, ha aggiunto Ogier, per il quale il 2016 da incorniciare comprende la paternità: la moglie e conduttrice televisiva Andrea Kaiser ha dato alla luce Tim poco dopo il rally di Sardegna (ha compiuto 4 mesi il giorno della partenza del Rally di Catalogna). “Abbiamo avuto una vettura perfetta tutto il fine settimana e mi sono divertito così tanto al volante”, ha assicurato. “Sono dispiaciuto, ma mi congratulo con Seb”, ha dichiarato Sordo, al comando fino al pomeriggio di sabato. “Ho dato il massimo e ringrazio i miei fan per il sostegno”, ha aggiunto lo spagnolo.

Nel week end del trionfo franco tedesco, il team M Sport e Ford hanno festeggiato il quinto e sesto posto di Mads Ostberg e di Ott Tänak, mentre con il giovane olandese Keving Abbring Hyundai ha portato quattro vetture nei primi sette posti. Skoda gioisce nel WRC2 grazie a Jan Kopecki e Pontus Tidmand, entrati nella Top 10, rispettivamente ottavo e nono assoluti. L'irlandese Craig Breen ha guidato la Citroën DS3 fino alla decima posizione, anche se con un ritardo di quasi 10 minuti (inclusi 140 secondi di penalizzazione). Per 10 secondi Lorenzo Bertelli non è andato a punti, undicesimo. Nelle ultime due prove (Galles e Australia) restano da assegnare il titolo costruttori e la piazza d'onore assoluta: Mikkelsen è stato raggiunto a quota 127 da Neuville ed è insidiato anche da Paddon (114), Sordo (110) e Latvala (104). Fra i costruttori, Volkswagen guida a quota 322 mentre Hyundai insegue con 260. 

  • condividi l'articolo
Martedì 18 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 19-10-2016 13:47 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti