La quinta generazione della Lexus RX

Lexus RX, arriva la quinta generazione. Stile, eleganza e dotazioni hi-tech

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

E’ stata presentata in anteprima all’inizio di giugno, ma sarà disponibile nelle concessionarie italiane verso la fine dell’anno. Parliamo della quinta generazione della Lexus RX, SUV del brand di lusso del Gruppo Toyota che andrà a sostituire l’attuale Lexus RX uscita nel 2015. La produzione dell’auto, già definita in tutti i dettagli, avrà inizio a ottobre, ma sin da ora è possibile ordinarla versando un anticipo di appena 300 euro, un’inezia rispetto a quello che sarà il prezzo di listino, che verrà fissato, presumibilmente, attorno agli 80.000 euro.

La Lexus RX è stato il primo veicolo ibrido di lusso al mondo, un SUV di taglia grossa venduto in 3,5 milioni di unità, poco meno di un terzo del totale dalla fondazione del marchio di proprietà Toyota. L’obiettivo, ora, è fare in modo che l’auto possa recitare ancora un ruolo elitario nel mondo dorato della classe premium, lì dove operano Audi (con la Q8), BMW (con la X5) e Mercedes (con la GLE).

Stile, eleganza e dotazioni hi-tech svolgono un ruolo fondamentale. Ma non solo. La nuova Lexus segna infatti una svolta anche sul fronte dell’elettrificazione, che ora prevede anche la formula plug-in, con ricarica ad una presa di corrente, oltre al tradizionale sistema full hybrid, da oggi sostenuto da un turbo in grado di elevare la potenza e le prestazioni.

Se tutto ciò v’intriga, sappiate che versando “al buio” i succitati 300 euro di anticipo, otterrete poi il diritto ad acquistare per 1000 euro un pacchetto per assistenza e manutenzione normalmente offerto a 4.800 euro, che prevede le ruote da 21 pollici con kit estate/inverno, il programma di assistenza e manutenzione per tre anni o 45.000 km e il servizio di presa e consegna a casa della vettura.

L’auto è basata sulla piattaforma GA-K, la stessa delle Lexus ES e NX, e mantiene la stessa lunghezza del modello precedente (4,89 metri), ma si abbassa di 10 mm (1,71 metri), si allarga di 25 (1,92 metri) e allunga il passo di 60 mm (2,85 metri). Il frontale presenta una versione rivisitata della classica griglia a clessidra, i fari a matrice di Led hanno la tipica forma a L, il cofano è ora più pronunciato. Leggermente più lungo lo sbalzo anteriore, più corto quello posteriore. Di spicco, sul fronte stilistico, il montante nero a fine fiancata, che crea un effetto di sospensione del tetto declinante, a sottolineare una sorta di effetto coupé. Nuova anche la luce sul retro, una sorta di firma luminosa a tutta larghezza, com’è ormai consuetudine per molti modelli.

Ma al di là dei dettagli estetici, sono state introdotte diverse modifiche strutturali rispetto alle altre auto del gruppo con lo stesso pianale, soprattutto nella zona posteriore. Al retrotreno le sospensioni multi-link sono infatti le stesse della RZ elettrica, la carreggiata è stata allargata e c’è tutta la modularità per ospitare quattro diverse disposizioni meccaniche. Non trascurabile la riduzione di peso di ben 90 kg, grazie in particolare al cofano e ai parafanghi anteriori in alluminio e all’utilizzo di acciai ultraresistenziali sagomati a caldo.

In Europa è stato deciso di commercializzare tre versioni, tutte con trazione integrale permanente (senza riduttore) e con motore a combustione interna non più a 6 cilindri ma a 4. L’entry level RX 350h è la classica autoricaricabile con il motore 2,5 litri a ciclo Atkinson, doppio motogeneratore elettrico anteriore con trasmissione integrata a rotismo epicicloidale, cambio a variazione continua e motore elettrico posteriore, per una potenza massima di 245 cv. La versione 450h+ ibrida plug-in ha 306 cv, una batteria agli ioni di litio con caricatore da 6,6 kW e la possibilità di marciare in elettrico per almeno 65 km con emissioni di CO2 pari ad appena 24-26 gr/km. Ma la novità più importante è la RX 500h, modello ad alte prestazioni che unisce al modulo elettrico da 80 kW un quattro cilindri 2.4 litri turbo un cambio automatico a 6 rapporti per 371 cv di potenza e uno 0-100 km/h raggiungibile in soli 6 secondi!

La 500h può essere ordinata solo in allestimento F-Sport con le 4 ruote sterzanti e sistema Direct4, che attraverso microregolazioni della coppia permette di agire direttamente sul carico di ogni assale fornendo un miglior bilanciamento e un miglior comportamento dinamico della vettura, sia in termini di assetto, sia di comfort. Soprattutto cambia completamente il feeling di guida, in quanto scompare del tutto l’effetto trascinamento che il sistema Toyota manifesta quando si preme sull’acceleratore. Sulla 500h, inoltre, per avere una migliore ripartizione delle masse l’elettronica di potenza è alloggiata dietro alla batteria, praticamente in blocco con il motore elettrico posteriore. Altre caratteristiche peculiari sono le sospensioni a controllo elettronico, i freni potenziati con pinze anteriori a 6 pistoncini contrapposti e le 4 ruote sterzanti: una caratteristica, quest’ultima, che grazie a quattro gradi di inclinazione permette di avere maggiore stabilità, più agilità e manovre più facili, con un raggio di sterzata inferiore di mezzo metro.

  • condividi l'articolo
Domenica 14 Agosto 2022 - Ultimo aggiornamento: 17-08-2022 10:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA