La consegna delle chiavi della 
Smart elettrica da parte del presidente di Mercedes Benz Italia Marcel Guerry alla sindaca di Roma, Virginia Raggi

Mercedes consegna Smart elettrica alla sindaca Raggi. Incontro con il presidente Guerry in Campidoglio

  • condividi l'articolo
  • 80

ROMA - Una smart elettrica con i colori di Roma Capitale per il parco auto a zero emissioni del Campidoglio. L’ha consegna oggi pomeriggio Marcel Guerry, presidente di Mercedes Benz Italia, alla sindaca di Roma, Virginia Raggi. La piccolina 100% elettrica sarà affidata in comodato d’uso per un anno all’amministrazione capitolina e consentirà al Campidoglio di effettuare un altro passo in avanti verso la mobilità elettrica. «Prosegue il nostro impegno per incentivare la mobilità sostenibile con l’arrivo di una nuova auto a zero emissioni - ha detto il primo cittadino di Roma - I 700 punti di ricarica elettrica che verranno realizzati in tre anni sono un inizio. Vogliamo sensibilizzare i cittadini sui benefici dell’utilizzo di un’energia pulita. La direzione in cui stiamo andando - ha concluso - è questa e sarà molto importante incentivare anche lo sharing elettrico in città».

Ribadendo l’affinità che lega la piccola smart alla città di Roma (prima in Europa per la vendita della piccola city-car), Guerry ha precisato che «aprire un tavolo di confronto permanente con amministrazioni lungimiranti come la città di Roma è di fondamentale importanza per la realizzazione delle smart cities». «Le città intelligenti si sviluppano - ha proseguito il numero uno di Mercedes Benz Italia - attraverso il dialogo e la condivisione di best practices tra pubblico e privato, insieme per costruire un ecosistema di mobilità efficiente e virtuoso che include anche soluzioni per un utilizzo facile e intelligente della mobilità elettrica come il “ready to park” e il “ready to charge”».

  • condividi l'articolo
  • 80
Venerdì 4 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05-05-2018 17:01 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-05-05 08:11:03
Ora si attende solo che qualche produttore di bitume ne doni qualche quintale per le buche. Sempre nel buon nome della sponsorizzazione .