Rosberg sale in Rimac

Rosberg sale in Rimac: la più veloce del mondo. L'ex campione del mondo di F1 è il primo proprietario della Nevera, l'hypercar elettrica

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

ZAGABRIA - Se vi state chiedendo quale auto desidera un ex campione di Formula 1, ormai ritiratosi e libero di comprarsi quello che vuole, non dovete immaginare i soliti nomi né i soliti luoghi come la Motor Valley emiliana, Stoccarda e dintorni o qualche factory inglese. Nico Rosberg infatti la sua se l’è andata a prendere a Zagabria, sede della Rimac che ha consegnato all’iridato del 2016 il primo esemplare della sua Nevera, la supercar elettrica creata dal genio e dall’intraprendenza di Mate Rimac, il 34enne ingegnere croato che dal nulla ha costruito il suo sogno senza doversene andare nella Silicon Valley. Un sogno che non solo conta oggi oltre mille dipendenti, ma è diventato azionista al 55% con Porsche di un nome dal purissimo sangue blu come Bugatti.

La forza della Rimac è la capacità di progettare e realizzare soluzioni tecnologiche (batterie, inverter, motori elettrici, trasmissioni) per auto elettriche delle quali si servono mostri sacri come la già citata Porsche, Ferrari, Aston Martin, Jaguar e Mercedes. Giusto per fare i nomi di quelle antiche casate dell’automobilismo che hanno in Rimac il partner per affrontare una transizione ecologica che non guarda in faccia nessuno. Certo Nico Rosberg è un cliente dalla sensibilità particolare. È infatti proprietario del team che porta il suo nome e che, dopo aver vinto la prima stagione della Extreme E, sta dominando anche la seconda.

Inoltre sta investendo in oltre molteplici iniziative ad alta sostenibilità tra le quali Sunreef (costruttore di catamarani elettrici rivestiti di celle fotovoltaiche), Tier (app per la condivisione e il noleggio di bici, monopattini e scooter elettrici), Nu+ (cibo organico) o l’italiana Treedom che permette di acquistare alberi e di controllarne a distanza la crescita. La scelta di uno così non poteva che essere la Nevera, un’auto che sarà prodotta in soli 150 esemplari e dotata di prestazioni terrificanti: ha infatti 4 motori (uno per ruota) che scaricano a terra 1.408 kW e 2.360 Nm permettendo alla supercar croata di chiudere lo 0-100 km/h in 1,97 secondi, il quarto di miglio (402 metri) in 8,6 secondi e in 9,3 di raggiungere i 300 km/h mentre la punta massima è di 412 km/h. La batteria, formata da 6.960 celle cilindriche 21700, funziona ad 800 Volt e ha una capacità di 120 kWh per un’autonomia di 550 km ed è ricaricabile fino a 500 kW. Insomma, tutto il meglio che Rimac può mettere nelle proprie vetture. E che un ex pilota di Formula 1 possa desiderare.

  • condividi l'articolo
Venerdì 2 Settembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 03-09-2022 13:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA