‘Max’ Sirena, skipper e team director con Luna Rossa Prada Pirelli nella sfida per la 36esima Americàs Cup, è il testimonial e tester di eccezione per i pneumatici Scorpion Zero All Season per il Defender

Pirelli Scorpion Zero all season “le scarpe” tailor made per il nuovo Land Rover Defender

  • condividi l'articolo

MILANO - È Massimiliano ‘Max’ Sirena - che gareggerà ad Auckland nel 2021 nel ruolo di skipper e team director con Luna Rossa Prada Pirelli nella sfida per la 36esima Americàs Cup - il testimonial e tester di eccezione per i pneumatici Scorpion Zero All Season omologati in primo equipaggiamento sul nuovo fuoristrada Defender. Si tratta di una versione ‘tailor madè degli apprezzati Scorpion Zero All Season che è stata progettata e messa a punto specificamente per Land Rover e con cui Pirelli rafforza la storica partnership. Partendo dallo Scorpion Zero All Season - un pneumatico Ultra High Performance (UHP) pensato per i suv e realizzato per massimizzare le prestazioni in ogni stagione, sull’asciutto e sul bagnato e capace di garantire livelli eccellenti di confort, sicurezza e rumorosità - gli ingegneri Pirelli sono stati chiamati a soddisfare i criteri richiesti dalla Casa auto inglese di avere i pneumatici in Classe A di rolling resistance.

Lo sviluppo è partito dalla versione standard di Scorpion Zero All Season nei calettamenti da 19 e 20 pollici, orientandone le prestazioni in un’ottica off-road e portando al minimo la resistenza al rotolamento. Una vera e proprio sfida per Pirelli, in quanto Land Rover è stata tra le prime Case automobilistiche in tutto il mondo a pensare modelli con emissioni ridotte nelle versioni off-road. Lo sviluppo del nuovo pneumatico ha seguito la filosofia perfect fit di Pirelli, utilizzando nuovi materiali nelle strutture e nelle mescole, per raggiungere la Classe A di rolling resistance richiesta specificatamente nelle applicazioni off-road e wet grass. Per questo tipo specifico di test in collina, Land Rover ha provato i Pirelli Scorpion Zero All Season in salita a velocità costante e in senso trasversale alla pendenza per verificare il grip laterale su erba bagnata. Per rispettare tutti i requisiti di efficienza energetica e prestazioni richiesti da Land Rover per il Defender sono state apportate modifiche alla struttura degli Scorpion Zero All Season, con l’aggiunta di un nuovo dettaglio nella zona della spalla e di una doppia lamella, che consente di incrementare e massimizzare il grip laterale su erba, fango e neve.

Tutto il programma di sviluppo del nuovo Scorpion Zero All Season per il nuovo Defender è partito dalle sedi Pirelli di Carlisle e Milano Bicocca, con una serie di attività indoor ed è proseguito con un fitto programma di test outdoor. È stato utilizzato anche il testing ground di Eastnor Castle, nel Regno Unito, situato nelle Malvern Hills dove sono stati provati a lungo i Pirelli Scorpion Zero All Season su 66 miglia di terreni di varia natura sui quali spingere il fuoristrada al limite. Le prove su ghiaccio si sono svolte nella struttura Land Rover di Revi Arjeplog, nel nord della Svezia, mentre per la parte di soft handling e comfort, Land Rover ha messo a disposizione di Pirelli il tracciato interno al proprio headquarters di Gaydon, nel Warwickshire. Il programma di sviluppo su high speed e wet handling si è svolto sul circuito del Nurburgring in Germania, nella struttura Applus + Idiada in Spagna e sulla pista Pirelli di Vizzola Ticino, considerata da Land Rover come una delle migliori piste per i test sul bagnato, a riprova del forte legame tra le due aziende che dura dagli anni Settanta, quando fu sviluppato il primo Cinturato P5 per Jaguar.

  • condividi l'articolo
Giovedì 17 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 19-12-2020 14:38 | © RIPRODUZIONE RISERVATA