La nuova NIssan Leaf

Leaf campionessa di sicurezza. All'elettrica Nissan le cinque stelle giapponesi JNCAP

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

YOKOHAMA - Fino a qualche tempo fa sarebbe stato impensabile, per un costruttore di auto elettriche, ottenere le 5 stelle, ovvero il massimo punteggio possibile in materia di sicurezza. Le auto elettriche di prima generazione erano infatti gravate da pesi eccessivi e da empiriche disposizioni delle batterie e soltanto i più ottimisti sostenitori di quei progetti tutti da sviluppare avrebbero potuto credere che in tempi brevi si sarebbe arrivati a tanto.

Scelte illuminate. Ebbene, tutto ciò è stato superato. Grazie agli sviluppi della tecnologia e alla testardaggine con cui alcuni manager illuminati, in testa l’irresistibile Carlos Ghosn (Renault-Nissan), hanno incoraggiato e finanziato la ricerca, s’è arrivati a prodotti che soltanto dieci anni fa sembravano fantascienza. La prova più evidente di tutto ciò sta nell’assegnazione alla Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta nel mondo, delle 5 stelle per la sicurezza, il punteggio più alto possibile riconosciuto dal JNCAP (Japan New Car Assessment Program): un programma gestito dal Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo giapponese, in collaborazione con la National Agency for Automotive Safety and Victims’ Aid.

In Italia da aprile. In particolare la nuova Leaf 100% elettrica ha ottenuto 94,8 punti sui 100 totali previsti per la sicurezza degli occupanti in caso di incidente. Un risultato eccezionale, grazie al quale la Nissan può preparare con fiducia l’arrivo della più recente versione dell’auto sui mercati internazionali: una sessantina, tra i quali è compresa anche l’Italia, dove la nuova Leaf “pulita e sicura” dovrebbe sbarcare entro aprile.

Struttura rigida. Tra le qualità che hanno contribuito alla valutazione positiva sulla sicurezza rientrano anche la struttura rigida della scocca, i sei airbag SRS, i sedili con poggiatesta e schienali rinforzati e le cinture di sicurezza con pretensionatori e limitatori di carico per i sedili anteriori e posteriori esterni.

Niente scossa. Se non bastasse, l’auto ha superato pure la prova riservata alla protezione anti-shock, che stabilisce fino a che punto i veicoli elettrici sono in grado di salvaguardare gli occupanti dal rischio di folgorazione in caso di incidente. E’ stato dimostrato, infatti, che in virtù del solido alloggiamento della batteria, e grazie alla configurazione e alla struttura stessa del telaio, l’auto impedisce qualsiasi contatto tra gli occupanti e le parti in alta tensione. Se si verifica una collisione, inoltre, la corrente viene interrotta da un dispositivo dedicato.

Crescita rapida. Lanciata nel 2010, Nissan Leaf è, come detto, l’auto 100% elettrica più venduta al mondo. La nuova versione vanta una potenza di 110 kW/150 cv, con una coppia di 320 Nm, e un’autonomia che raggiunge i 378 km. Soprattutto, offre numerose tecnologie all’avanguardia, tra cui il ProPILOT (sistema di guida autonoma pensato per l’utilizzo in autostrada all’interno della singola corsia) e il ProPILOT Park (parcheggio autonomo). A questi si aggiunge l’e-Pedal, che permette al conducente di accelerare e frenare solo con il pedale dell’acceleratore.

Ambiente e sicurezza. Innovazioni a raffica, dunque, che testimoniano quanto la casa giapponese sia impegnata sui fronti della salvaguardia ambientale e della sicurezza: obiettivi pienamente in linea con la roadmap strategica “Nissan Intelligent Mobility”, che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società.

  • condividi l'articolo
Giovedì 17 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA