La nuova Ducati Monster 821

Ducati Monster 821, evoluzione all'insegna della tradizione: 25 anni e non sentirli

di Lorenzo Baroni
  • condividi l'articolo

BORGO PANIGALE - Presentato a Colonia nell'ottobre del 1992, il Ducati Monster si è evoluto sempre in maniera coerente. Oggi, proprio in occasione del suo 25° compleanno, la casa di Borgo Panigale presenta un rinnovato 821 dotato delle modifiche tecniche ed estetiche già introdotte sul modello da 1200 cc. Un progetto costantemente perfezionato negli anni e mai stravolto, questo il segreto della famiglia Monster. Il prezzo è di 11.190,00 euro Franco Concessionario per la versione rossa con telaio rosso, mentre per la gialla e la nera, entrambe proposte con telaio nero, occorre aggiungere 200 euro in più.

La posizione di guida è leggermente rannicchiata, tipica della serie Monster. I comandi al manubrio sono semplici e intuitivi. Quello di sinistra permette di selezionare il riding mode, tre le opzioni disponibili: Sport, Touring, Urban. I primi due si differenziano per le diverse tarature del sistema Ride by Wire, del controllo di trazione, del sistema ABS e del dispositivo di controllo del sollevamento del posteriore, mentre l'Urban limita anche la potenza erogata: da 109 a 75 cavalli.

Ben otto i livelli di taratura del controllo di trazione che possono essere selezionati indipendentemente dal riding mode scelto. Come optional è disponibile il DQS, Ducati Quick Shift up/down, un sistema di derivazione racing che permette di cambiare senza frizione ed innestare la marcia superiore senza chiudere il gas. La dotazione elettronica di serie comprende il Ducati Safety Pack con l’ABS Bosch regolabile su tre livelli. Una moto agile nei cambi di direzione e molto rapida nello scendere in piega. Stabile in percorrenza e in uscita di curva, grazie al buon lavoro del controllo di trazione dalla presenza discreta e mai invasiva.

Il propulsore è un classico bicilindrico testastretta 11° che eroga una potenza massima di 109 cavalli a 9.250 giri e una coppia massima di 86 Nm a 7.750 giri al minuto. Cambio a sei rapporti e frizione a bagno d'olio con funzione antisaltellamento. L’avantreno monta una forcella KYB da 43 mm a steli rovesciati non regolabile e un ammortizzatore regolabile nel precarico molla e nel freno idraulico in estensione al posteriore. Impianto frenante anteriore costituito da due dischi semiflottanti da 320 mm e pinze monoblocco radiali M4-32. Pneumatici Pirelli Diablo Rosso III da 120/70 ZR 17 all'anteriore e 180/55 ZR17 al posteriore. Il peso a secco del Ducati Monster 821 è di 180,5 chilogrammi.


Il nuovo Monster 821 si distingue per un design più lineare e snello rispetto alla precedente versione, il serbatoio e il codino sono stati completamente ridisegnati. La sella può essere regolata su due altezze da terra diverse: 79 cm e 81 cm. Tra gli elementi presi in prestito dall’ultimo Monster 1200 figurano il nuovo silenziatore e il proiettore anteriore. Il cruscotto presenta un inedito display TFT a colori. Infine, interessante la possibilità di connettere lo smartphone con la strumentazione attraverso il DMS Ducati Multimedia System, proposto come optional al prezzo di 200 euro.

  • condividi l'articolo
Martedì 7 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:17 | © RIPRODUZIONE RISERVATA