La nuova monoposto della Formula E per la prossima stagione

FE: il campionato elettrico “vola” con Saudia, la compagnia di bandiera dell'Arabia Saudita

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

AD DIRIYAH – La Formula E corre a zero emissioni e vola Saudia, la compagnia aerea dell'Arabia Saudita con la quale l'organizzazione del circuito elettrico ha annunciato una collaborazione a lungo termine. L'aviolinea del Regno - che vanta una flotta di quasi 190 aerei e che fa parte di SkyTeam come Alitalia - sarà “official airline partner”. Inoltre sarà anche sponsor dell'ePrix che inaugura la quinta stagione e che si disputa il 15 settembre ad Ad Diriyah, nei pressi della capitale Riad.

L'Arabia Saudita, così come altri paesi che si affacciano sul Golfo Persico (dagli Emirati al Qatar fino all'Oman), ha deciso di puntare sul turismo annunciando anche l'introduzione di un nuovo sistema di concessione dei visti per gli appassionati che decidessero di visitare il Regno. Attraverso una nuova piattaforma (Sharek), i viaggiatori potranno beneficiare di una procedura semplificata sfruttando i biglietti autorizzati.

Il doppio annuncio è arrivato nel corso di un evento svoltosi a Riad nel corso del quale Felipe Massa, il pilota ingaggiato dalla scuderia monegasca Venturi per il campionato che sta per iniziare, ha guidato per le vie della capitale la nuova monoposto Gen2. Il pilota brasiliano ha “girato” esibendo la livrea della compagnia di bandiera saudita.

Per Alejandro Agag, Ceo del campionato full electric, questa nuova collaborazione «evidenzia l'attrattiva della Formula E su scala globale»: «Sono orgoglioso di dare il benvenuto alla Saudia nella famiglia della Formula E», ha dichiarato il manager spagnolo. È la prima volta che una gara elettrica viene ospitata in Medio Oriente ed è anche una novità che la prova si disputi in uno dei patrimoni dell'Unesco.
 

  • condividi l'articolo
Giovedì 27 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 11-04-2019 15:13 | © RIPRODUZIONE RISERVATA