la quinta Grand Cherokee: l’ammiraglia off road è 4Xe

Jeep, ecco la quinta Grand Cherokee: l’ammiraglia off road è 4xe. Percorre senza inquinare i tracciati più duri

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

Arriverà in Europa nella seconda metà del 2022, ma è stata già definita in tutti i dettagli e i primi ordini sono stati già registrati sul mercato americano. Parliamo della nuova Jeep Grand Cherokee 4xe, quinta generazione del modello al vertice della gamma euro-americana, proposto ora anche in versione elettrificata, con motorizzazione ibrida plug-in. Un passo avanti importante lungo il percorso della transizione ecologica, che in casa Jeep identificano nel piano “zero emission freedom” (libertà a zero emissioni) destinato ad approdare, nel 2025, alla disponibilità di una variante full electric per ogni Jeep. 

«La Grand Cherokee è la nostra ammiraglia a livello mondiale e porterà il marchio in una nuova era fatta di tecnologia innovativa, raffinatezza premium, avanzata capacità 4x4 ed elettrificazione», dice Christian Meunier, Ceo del brand di proprietà Stellantis, aggiungendo che “per il 2025 il 70% delle vendite globali di Jeep sarà elettrificato, tra ibridi e full electric”. Dagli ingegneri di Auburn Hills sono giunte intanto informazioni cariche d’orgoglio, focalizzate anche sulla speciale versione Trailhawk, la Grand Cherokee con capacità fuoristradistiche di riferimento, che ha percorso in modalità full electric l’impegnativo Rubicon Trail, il leggendario, durissimo percorso di 35 km nella Sierra Nevada che la Casa americana utilizza per testare le proprie auto.

Il sistema di propulsione combina due motori elettrici, un pacco batterie da 400 volt e 17 kWh e un motore 4 cilindri turbo 2.0 litri per complessivi 375 cv/637 Nm. La trasmissione è automatica a 8 marce; tre le modalità di funzionamento: denominate Hybrid, Electric ed eSave, sono selezionabili attraverso appositi pulsanti sulla plancia. Indipendentemente dalla modalità selezionata, la Grand Cherokee 4xe funziona comunque in modalità ibrida quando la batteria raggiunge il livello di carica minimo. Il sistema sfrutta anche la frenata rigenerativa, ottimizzando il recupero d’energia. L’autonomia dichiarata è di 708 km, di cui 40 in full electric. 

Al di là delle virtuose qualità legate al contenimento delle emissioni, le leggendarie prestazioni su qualsiasi percorso, dalle rocce ai terreni estremi, sono garantite da tre sistemi di trazione integrale, Quadra-Trac I, Quadra-Trac II e Quadra-Drive II, con differenziale posteriore elettronico autobloccante a slittamento limitato. Le sospensioni pneumatiche con ammortizzazione elettronica semi-attiva garantiscono 28,7 cm di altezza da terra e 61 cm di capacità di guado. Il sistema regola la taratura degli ammortizzatori, assicurando il meglio in materia di comfort, stabilità e controllo. Se a tutto ciò aggiungiamo i progressi fatti nella cura degli interni, nelle dotazioni e nei sistemi di assistenza alla guida, si avrà chiaro il quadro di un Suv destinato a collocarsi al top della categoria, nella scia del successo ottenuto dalle ibride Renegade, Compass e Wrangler. 

  • condividi l'articolo
Martedì 30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento: 11:08 | © RIPRODUZIONE RISERVATA