La Skoda Enyaq iV

Skoda, la gemma di Boemia: il silenzioso Eniaq è pronto al raddoppio

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

A tetto spiovente, 31 anni dopo l’ultima volta. La prossima Skoda a zero emissioni sarà la versione coupé della Enyaq iV, un modello il cui successo ha superato le attese con 70.000 ordini già raccolti nel mondo. In Italia, malgrado i tempi di attesa legati alla penuria planetaria di semiconduttori, gli obiettivi di vendita mensili vengono sistematicamente raggiunti. La Enyaq Coupé iV è la grande novità del 2022. Il costruttore della Repubblica Ceca l’ha in parte svelata in settembre: la presentazione vera e propria dovrebbe avvenire all’inizio del prossimo anno, mentre sul mercato è attesa con l’estate. La nuova e intrigante declinazione arricchirà l’offerta, anche dal punto di vista stilistico e probabilmente con opzioni di serie destinate a renderla più esclusiva. Verrà commercializzata nelle varianti 60 iV e 80 iV, cioè con le batterie da 62 e 82 kWh con potenze di 179 e 204 cavalli. Per quest’ultima, la casa della Freccia Alata dichiara una percorrenza di 535 chilometri, una trentina in più del modello standard equipaggiato con la medesima unità.

Le proporzioni sono sostanzialmente identiche (quattro millimetri di lunghezza, 4.653, e uno di altezza in più, 1.617), ma il coefficiente di resistenza aerodinamico scende da 0,26 a 0,25. Il passo invariato (2,765 metri) permette agli occupanti di beneficiare sostanzialmente dello stesso spazio: chi ha già provato la macchina garantisce che il nuovo profilo della carrozzeria non penalizza l’abitabilità. Del resto, lo stesso bagagliaio perde appena 15 litri di capacità (570). Il cruscotto digitale è da 5,3’’, mentre quello per l’infotainment raggiunge i 13”, la diagonale più ampia mai offerta su una vettura Skoda.

In attesa della coupé, è intanto entrata a listino la Enyaq a trazione integrale a due motori, uno per asse, la 80x iV. La potenza del sistema è di 265 cavalli. L’arrivo della variante ad alte prestazioni, la RS, annunciata fin da subito, è slittato al 2022 inoltrato. Il rinvio non dovrebbe comportare un rammarico troppo grande perché si tratta di un modello di nicchia, anche se di immagine. L’offensiva a zero emissioni della Freccia Alata verrà ampliata entro la fine del decennio con altri tre modelli, tutti di dimensioni inferiori alla Enyaq iV. Uno di questi sarà molto probabilmente l’interpretazione di Skoda della compatta per città esibita da Volkswagen all’Iaa di Monaco di Baviera. Circa gli altri due non esistono ancora indiscrezioni. Le certezze sono che gli aggiornamenti dei due Suv, Kodiaq e Karoq (che sarà svelato a fine mese), non includono motorizzazioni plug-in, esattamente come il facelift della compatta Fabia appena lanciata. L’offerta ibrida alla spina riguarderà le Octavia e Superb. La best seller è in vendita con il sistema da 204 cavalli e come RS da 245, mentre l’ammiraglia Superb è a listino con un gruppo propulsore sviluppato sullo stesso turbo benzina da 1.4 litri e abbinato all’unità elettrica da 116 cavalli che arriva a 218 cavalli.

  • condividi l'articolo
Martedì 30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento: 04-12-2021 09:13 | © RIPRODUZIONE RISERVATA