La Mazda MX-30

Sfreccia l’originalità: l’elettrico by Mazda e il mild-hybrid dilaga nella gamma

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo

Il 2019 si chiude coi botti per il marchio Mazda: +23% in Italia con 13.400 unità vendute. Il 2020 però si preannuncia tutt’altro che semplice, viste le nuove sfide che tutti i costruttori di auto (e non solo) dovranno affrontare a causa dell’emergenza del Coronavirus. Intanto, le basi per la strategia futura, improntata sull’elettrificazione della gamma, sono già state saldamente gettate su molteplici fronti: ricerca avanzata su motori a benzina e diesel, sul mild-hybrid (non sempre uguale per tutti i modelli), sul plug-in (ricaricabile alla spina) e sul full electric. È infatti previsto a fine settembre l’arrivo sul mercato della MX-30, prima elettrica di Mazda. Che interpreta perfettamente il concetto ormai noto del Kodo Design, e adotta materiali ecologici e un abitacolo dove la qualità percepita è molto elevata. Per non mettere in secondo piano il piacere di guida, la batteria è stata rigidamente integrata nella struttura della scocca del veicolo, aumentando la rigidità complessiva, a tutto vantaggio del comportamento dinamico su strada.

L’autonomia garantita è di 200 km (molto oltre la media giornaliera di 48 km del cliente europeo), gli allestimenti previsti sono tre (Executive, Exceed ed Exclusive) e i prezzi partono da 34.900 euro; cifra che fino al 30 aprile consente di portarsi a casa la versione Launch Edition, dalla dotazione molto ricca. Altra colonna portante della strategia ecosostenibile di Mazda è la rinnovata Mazda2. Nel realizzarla, l’obiettivo dichiarato della casa giapponese era quello di «aprire la strada a una nuova era di vetture compatte che ridefiniscano la qualità nel segmento B». Ecco, dunque, che si è lavorato molto sul design, sulle dotazioni e sulla tecnologia ibrida.

Non sono cambiate le dimensioni, mentre il look sposa il nuovo family feeling che caratterizza anche Mazda3 e CX-30 (anch’esse ora disponibili con soluzioni ibride). L’abitacolo è molto ben rifinito, costruito sempre nell’ottica “less is more” con una qualità percepita e un comfort che alzano notevolmente il livello di questa nuova segmento B, proposta a partire da 17.800 euro. Materiali e combinazioni di colori sono stati infatti scelti con cura per creare un ambiente premium che sia anche armonioso. Il tutto impreziosito dalla tecnologia Apple CarPlay e Android Auto del sistema di infotainment Mazda Connect. Il cuore pulsante è un 1.5 benzina da 75 cv o 90 cv caratterizzato dalla elettrificazione leggera Mazda M Hybrid: si tratta di un piccolo propulsore elettrico che fornisce supporto al motore termico nelle fasi più dispendiose di energia e carburante, garantendo consumi medi di 4,1 l/100km ed emissioni pari a 94 g/km. Il tutto senza mai trascurare il piacere di guida: ci sono infatti la nuova tecnologia Skyactiv Vehicle Architecture e sospensioni e sterzo completamente aggiornati.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 1 Aprile 2020 - Ultimo aggiornamento: 18-04-2020 11:20 | © RIPRODUZIONE RISERVATA