La Kawasaki Ninja 400

Kawasaki Ninja 400, svelata a Tokyo la sportiva per tutti: performante e tecnologica

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo

TOKYO - Non pensate che le moto di medio-piccola cilindrata siano un’affare sempre e solo dei mercati extraeuropei. La realtà negli ultimi anni è mutata e le 300-400cc stanno diventando sempre più diffuse anche “da noi”: sia perché sono facili ed “economiche” e mettono d’accordo neofiti e piloti esperti che cercano mezzi facili e versatili per il quotidiano, sia perché nelle competizioni il segmento sta crescendo in modo importante. Ed è in questo contesto che Kawasaki presenta la nuova Ninja 400.

Svelata a Tokyo e attesa a Eicma 2017 tra pochi giorni, la nuova Kawasaki Z400 è spinta da un nuovo motore da 399cc pensato per offrire performance superiori rispetto al suo predecessore montato sulla Ninja 300. Nonostante la differenza sia solamente di 100cc, l’aumentata capacità è solo uno degli importanti upgrade presenti sul nuovo modello. Più potenza e coppia, migliore stabilità del telaio e novità nel reparto sospensioni permetteranno alla nuova Ninja di lanciare la sfida alle concorrenti che affollano il segmento.

Dal punto di vista estetico, la Ninja 400 prende inevitabilmente ispirazione dalla più grande della famiglia, la Ninja ZX-10R, richiamando però anche alcune linee della Ninja H2. Insomma, ha il look di una moto di cilindrata superiore, offrendo anche una buona protezione aerodinamica al pilota. Al Salone di Tokyo non sono stati svelati i dettagli tecnici della nuova sportiva giapponese, pertanto non ci resta che attendere il Salone del Motociclo di Milano per scoprirla fino in fondo.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 1 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA