Campedelli (Ford Fiesta R5) vince il Rally del Ciocco. Andreucci e Scandola costretti al ritiro

di Mattia Eccheli
LUCCA – Il Campionato Italiano Rally che non t'aspetti è cominciato nel fine settimana nella Garfagnana, cioè a “casa” del nove volte tricolore Paolo Andreucci. Protagonista della prima tappa, il toscano è poi stato costretto al ritiro nella seconda. Ma la vittoria di Simone Campedelli e Pietro Ometto, la prima per l'equipaggio ingaggiato dal Team Orange 1 e BRC che ha affidato loro una Ford Fiesta R5, non perde affatto smalto. Il Rally del Ciocco ha aperto il campionato dispensando spettacolo e delusioni.

Tra i delusi, oltre ad Andreucci ed alla compagna Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 che non hanno potuto chiudere la prova per via di una grana al motore nel corso della 15esima speciale, ci sono Umberto Scandola e Guido D'Amore, i primi a lasciare nella seconda tappa dopo aver accusato un problema al differenziale («in due anni di gare la nostra Fabia non aveva manifestato mai un problema di questo tipo», ha sintetizzato Scadola), e Andrea Nucita e Marco Vozzo che hanno rimediato un danno alla ruota. Entrambi gli equipaggi erano al volante di una Skoda Fabia R5.

Il vantaggio con il quale Campedelli (che aveva chiuso alle spalle di Andreucci la prima tappa con un ritardo di appena 3,4 secondi) ha vinto la prova di apertura del CIR è “abissale”: oltre due minuti sul sorprendente toscano Rudy Michelini al volante di un'altra Ford Fiesta R5. Sul podio è salito anche Alessandro Perico che ha salvato l'onore di Skoda grazie alla scuderia PA Racing.

Simone Campedelli si è naturalmente issato in testa alla classifica individuale provvisoria con 16,5 punti davanti a Perico (11). Andreucci, che l'anno scorso si era dovuto inchinare a Giandomenico Basso, si è dovuto accontentare dei 7,5 punti ottenuti nella prima tappa, mentre Elwis Chentre (Hyundai i20), quarto al Ciocco, è quarto anche nella generale assoluta a quota 6 davanti a Scandola (4). Prossimo appuntamento tra un mese (20-23 aprile) in Sicilia con la Targa Florio.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Lunedì 20 Marzo 2017, 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 LEGGO - C.F. e P. IVA 06281151008