Un'auto storica che potrà essere protetta dai furti dal istema Scout Vintage

Dalla partnership tra ASI e LoJack un nuovo sistema che protegge le auto d’epoca

  • condividi l'articolo

L’universo dei dispositivi hi-tech di protezione del veicolo dal furto si arricchisce di un nuovo device appositamente studiato per le auto d’epoca. Il sistema si chiama Scout Vintage ed è una novità assoluta per il mercato. Nasce collaborazione tra LoJack Italia, società del Gruppo CalAmp che fornisce soluzioni telematiche per la mobilità e per il recupero dei veicoli rubati, e l’Automoclub Storico Italiano .

Scout Vintage combina le tecnologie di radiofrequenza e della telematica per arrivare a una protezione totale contro il furto. La sofisticata tecnologia in radiofrequenza supera anche le barriere fisiche come container metallici, costruzioni in cemento armato, parcheggi e garage sotterranei, nei quali vengono spesso nascosti i veicoli rubati, ed ha un elevato livello di precisione nell’indicare l'esatta posizione del veicolo.

La combinazione con la componente telematica la rende adatta a fornire una protezione rafforzata grazie alle prestazioni per il tracciamento dei veicoli in caso di furto. Una caratteristica unica per i veicoli storici che spesso hanno valori elevati, quindi difficilmente assicurabili con le normali polizze. Anche le dimensioni ridotte ben si adattano alle auto classiche: consentono l’installazione in oltre 20 differenti posizioni all'interno del veicolo e in punti diversi da quelli solitamente utilizzati dai tradizionali sistemi di antifurto satellitari, senza avere segnali esterni visibili (led luminosi o antenne) che lascino dedurre la presenza di un sistema di antifurto a bordo.

Con questo accordo LoJack mette a disposizione degli appassionati collezionisti una soluzione unica che garantisce tranquillità ai proprietari dei veicoli, aumentando significativamente le possibilità di recupero in caso di furto. Altro importante vantaggio è l’autoalimentazione del sistema, non collegato all'impianto elettrico dell'auto storica.

In stato dormiente, il sistema si attiva solo nel momento in cui viene attivato dalla Centrale Operativa LoJack 24/7 a seguito di una conferma del furto, garantendo anche la tutela della privacy. Senza contare poi che il sistema ha un'elevata resistenza ad attacchi effettuati con apparecchiature elettroniche che disturbano la trasmissione del segnale, comunemente chiamati Jammer.

In caso di furto, i proprietari potranno contare su un Team Sicurezza LoJack, una squadra di esperti impegnati sul territorio nelle attività di ricerca e recupero dei veicoli rubati, al fianco delle Forze dell'Ordine nel momento del recupero e della restituzione.

  • condividi l'articolo
Giovedì 17 Febbraio 2022 - Ultimo aggiornamento: 11:37 | © RIPRODUZIONE RISERVATA