Una famiglia in auto

Rca familiare, il vademecum per gli automobilisti. Tra coperture accessorie più richieste cristalli e vandalismo

  • condividi l'articolo
ECONOMIA

MILANO - Con l’entrata in vigore dell’RCA Familiare, che promette risparmi per gli automobilisti grazie alla possibilità di assicurare ogni veicolo del nucleo familiare con la classe di merito del driver più virtuoso, ci sono alcune informazioni da ricordare sulla stipula di una polizza auto. A stilare un vademecum ci ha pensato Carglass brand dell’aftermarket vetro e attivo dal 2017 anche nel mercato carrozzeria. In Italia, per circolare con un veicolo, è obbligatoria la sottoscrizione di una polizza assicurativa che copra la responsabilità civile, la cosiddetta RCA.

L’obbligatorietà nasce dall’esigenza di garantire un giusto risarcimento, da parte delle compagnie assicurative, ai soggetti danneggiati, a prescindere dalle disponibilità economiche del responsabile del sinistro. Il danno causato viene risarcito se il sinistro provocato è accidentale e involontario. Fino a dicembre 2012, l’RCA poteva essere rinnovata anche con tacito rinnovo, ovvero automaticamente senza esplicita comunicazione. Nel 2013 il tacito rinnovo è stato abolito e oggi non è più necessario disdire la propria polizza per cambiare compagnia assicurativa. Se si circola senza RCA i rischi sono parecchi: il sequestro del veicolo, una sanzione e l’obbligo di risarcire di tasca propria i danni provocati a terzi. la RCA, però, non copre tutti i possibili danni, che però posso essere coperti sottoscrivendo le cosiddette coperture accessorie. Tali garanzie sono di diverso tipo e possono integrarsi.

Le coperture accessorie più note sono la polizza cristalli e la polizza per eventi naturali o atmosferici. La prima copre la riparazione o sostituzione dei vetri della propria auto a fronte di danni involontari causati da terzi o accidentali. La seconda è invece una garanzia che tutela l’assicurato in caso di danni derivanti da grandinate, frane, valanghe e trombe d’aria. Se l’ auto riporta danni causati da eventi naturali, è consigliabile realizzare foto o video e raccogliere articoli di giornale che riportino l’avvenimento, in modo da rendere più rapida la perizia, sempre richiesta per questa tipologia di danni.

Garanzia molto richiesta nelle grandi città o in zone soggette a problemi di sicurezza e microcriminalità, è poi quella relativa agli atti vandalici che copre i danni di natura generica causati da singoli, gruppi, conosciuti o ignoti. Per poter richiedere il risarcimento è obbligatorio presentare la copia della denuncia effettuata presso gli organi di polizia competenti. In tutti casi di danni coperti da garanzia accessoria, se l’automobilista si rivolge ad uno specialista convenzionato con la propria assicurazione, non dovrà preoccuparsi di alcuna questione burocratica, visto che la gestione amministrativa della sua pratica sarà totalmente a carico del riparatore.

  • condividi l'articolo
Venerdì 28 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento: 01-03-2020 10:38 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti