La nuova Nissan Ariya

Nissan, i veri professori dell'auto pulita. Arriva Ariya e la nuova Qashqai è anche e-Power

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

Il marchio che ha inventato l’elettrico di massa accelera sull’elettrificazione. Quando infatti la Nissan Leaf debuttò nel 2010, le emissioni zero erano una nicchia, ma il marchio di Yokohama pensava di puntare dritto all’elettrico senza passare dall’ibrido in tutte le sue forme. Ora i piani sono cambiati e, dopo anni non certo facili, i conti sono tornati in nero nel primo semestre fiscale con un margine operativo del 3,5%. La strategia NEXT comincia insomma a dare i suoi frutti nel momento in cui arrivano su strada i primi esemplari della Qashqai di terza generazione che è la prima Nissan con motori completamente elettrificati. L’1,3 litri da 140 cv o 158 cv (anche con cambio CVT e trazione integrale) è infatti spalleggiato da un sistema mild-hybrid a 12 Volt, anche se la versione più interessante sarà la E-Power, un sistema ibrido in serie già usato con grande successo in Giappone dal 2016 e che arriva in Europa per la prima volta: il motore l’elettrico da 140 kW spingerà le ruote e il 3 cilindri 1.5 a cilindrata variabile da 157 cv produrrà a bordo l’energia.

Sarà provvista dello stesso sistema anche la nuova X-Trail che arriverà in Europa per l’estate del 2022 e condivide con la sorella la piattaforma CMF-C. La Qahsqai è lunga 4,42 metri, ha un abitacolo più spazioso e curato, una bagagliaio da 504 litri e un interfaccia uomo-macchina più avanzato grazie alla strumentazione digitale con head-up display e ad un sistema infotelematico che è dotato degli assistenti vocali di Google e Alexa e interagisce con i sistemi di assistenza alla guida.

La Qashqai è fabbricata ancora a Sunderland, nel Regno Unito, dove la Nissan ha installato un impianto fotovoltaico da 20 MW con 37mila pannelli e vuole costruire una gigafactory per le proprie batterie con una capacità produttiva di 7,5 GWh e l’obiettivo di portarla a 35 GWh funzionando solo con l’energia solare e le batterie di seconda vita dismesse dalla Leaf che nel frattempo ha raggiunto le 250mila unità vendute in Europa, ovvero oltre il 40% di quelle commercializzate globalmente. Nissan conta di spostare l’intera gamma per il nostro Continente verso i veicoli a ruota alta, tanto che l’erede della stessa Leaf sarà un crossover, e sulle vetture elettrificate che dovrebbero raggiungere il 75% delle vendite già dal 2023.

La spinta verrà anche dalla Juke ibrida, che dalla primavera prossima utilizzerà il sistema E-Tech di Renault, e dalla Micra di prossima generazione che potrebbe invece essere elettrica al 100%. Punta di diamante di questo processo sarà la nuova Ariya, prima Nissan ad essere basata sulla piattaforma CMF-EV specifica per auto elettriche. Crossover lungo 4,6 metri, la Ariya può vantare uno stile minimale quanto raffinato sia fuori sia dentro. Il risultato è un’ottima aerodinamica (cx 0,297) e un abitacolo che, insieme ad una grande disponibilità di spazio, può offrire un’atmosfera dal sapore giapponese.

La batteria ha una capacità di 65 kWh o 90 kWh e la potenza massima di ricarica è di 130 kW. Le versioni a trazione posteriore avranno potenze di 160 kW o 178 kW, quella a trazione integrale avranno 205 kW, 225 kW o 290 kW per uno 0-100 km/h in soli 5,1 secondi, all’altezza di un marchio che ormai gareggia stabilmente in Formula E e ha una solida tradizione sportiva. Peccato allora che la nuova Z non arriverà (almeno per il momento) in Europa. La speranza è che la GT-R di prossima generazione onori quelle che l’hanno preceduta con livelli di prestazioni e tecnologia elevatissimi. Dal processo di elettrificazione non rimarranno ovviamente fuori i mezzi commerciali e, a tal proposito, è in arrivo il nuovo Townstar che sostituisce l’e-NV200 e con una batteria da 44 kWh offre un’autonomia di 285 km, ovvero il 43% in più. Anche il volume di carico, fino a 4,9 metri cubi con la versione a passo lungo, è cresciuto del 17%.

  • condividi l'articolo
Martedì 30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento: 04-12-2021 21:10 | © RIPRODUZIONE RISERVATA