La Mercedes GLE 53 4MATIC+

Mercedes: arriva l’ibrido anche sui super Suv AMG. Ecco GLE 53 4MATIC+ con tecnologia EQ Boost

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

GINEVRA - Finora la divisione AMG di Mercedes si è occupata, con grande successo, esclusivamente di versioni sportive ad alte prestazioni delle auto prodotte dalla casa di Stoccarda. Ma i tempi cambiano e ad Affalterbach, il centro nei pressi di Stoccarda dove ha sede la divisione speciale della Mercedes, hanno dovuto adeguarsi: ora non basta più incrementare cavalli e prestazioni, è necessario limitare anche consumi ed emissioni, in ossequio ai sempre più stringenti limiti imposti dalle normative. Compito non facile, ma il mega stand allestito al Salone di Ginevra ha mostrato al grande pubblico un parterre di auto innovative che illustra come meglio non si potrebbe la strada intrapresa dalla Casa tedesca: una strada che porterà entro il 2025 all’elettrificazione di tutta la gamma, con auto ibride, ibride plug-in e full electric. E nel discorso rientrano, ovviamente, anche le versioni AMG.
 

 

In questa ottica, non ha stupito più di tanto la nuova GLE 54 4MATIC+ dotata della tecnologia EQ Boost, ovvero l’alternatore-starter posizionato tra motore e cambio che viene utilizzato non solo come alternatore elettrico, ma anche per svolgere funzioni ibride. La tecnologia EQ Boost gestisce la regolazione del minimo, il recupero d’energia, lo spostamento del punto di carico, la modalità di “veleggiamento” e il riavvio del motore pressoché impercettibile nella funzione start-stop. “Tutto ciò – assicura la Casa – con potenza e prestazioni elevatissime, sia su strada sia in off-road”.

Il motore di base – vale la pena ricordarlo – è un 6 sei cilindri in linea 3,0 litri con potenza di 435 cv/520 Nm dotato, come detto, di doppia sovralimentazione mediante il turbocompressore a gas di scarico e il compressore elettrico supplementare EQ Boost che genera 16 kW (circa 22 cv) di potenza e 250 Nm di coppia momentanee in più, spingendo l’auto fino a una velocità massima di 250 km/h (limitata elettronicamente) con accelerazione 0-100 in 5,3 secondi.

“Per noi – ha dichiarato Tobias Moers, numero 1 di AMG - è importante che anche la nuova generazione di GLE resti un punto di riferimento dell’innovazione, della dinamica di marcia, dell’individualità e del design. Per questo, con il nuovo GLE 53 4MATIC+ firmato AMG intendiamo proporre un modello più potente del precedente, equipaggiato con la nostra tecnologia a trazione integrale completamente variabile e capace anche di contenere consumi ed emissioni”.

Esternamente il nuovo super Suv di Mercedes AMG conserva le importanti dimensioni della linea GLE (parliamo di un veicolo lungo 4,92 metri) ma si distingue, come tutti i prodotti firmati AMG, per alcuni dettagli estetici che riguardano in particolare il frontale, l’aerodinamica, le prese d’aria, gli splitter, i doppi scarichi, i cerchi da 20 pollici (optional da 22), nonché gli interni, molto curati nello stile, nelle finiture e nella ricchezza delle dotazioni.

Per quanto riguarda dinamica di marcia, comportamento stradale e piacere di guida, c’è da aspettarsi il meglio, visti i sette programmi di marcia selezionabili a proprio piacimento (cinque per la guida stradale, Slippery, Comfort, Sport, Sport+ e Individual, e due per l’off-road, Sand e Trail). Il cambio è l’automatico Speedshift TCT 9 marce e la trazione è ovviamente l’integrale 4MATIC che calcola continuamente la ripartizione ottimale della coppia, in funzione della situazione e delle preferenze del guidatore. L’Active Ride Control basato sulle sospensioni pneumatiche Ride Control+ AMG dovrebbe assicurare, inoltre, il meglio nella guida sportiva sui percorsi stradali più scorrevoli e veloci.

  • condividi l'articolo
Sabato 23 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento: 19:46 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti