Bmw ha prolungato il contratto dell amministratore delegato Oliver Zipse fino al 2026

Bmw, Zipse al volante del Gruppo fino al 2026. Consiglio di Sorveglianza estende il contratto del ceo

  • condividi l'articolo

MONACO DI BAVIERA - Il consiglio di sorveglianza della casa automobilistica tedesca Bmw ha prolungato il contratto dell’amministratore delegato Oliver Zipse fino al 2026 e ha nominato nel consiglio il capo della Bmw Cina, Jochen Goller. Zipse, 59 anni, è alla guida della casa automobilistica con sede a Monaco dall’agosto 2019. Sotto la sua guida, la Bmw ha fortemente ampliato il business in Cina e l’anno scorso ha realizzato profitti record. Nei prossimi tre anni, si prevede che lancerà la «Nuova Classe» completamente elettrica della Bmw, aumenterà la quota di auto elettriche nelle vendite fino a un terzo e guiderà la digitalizzazione in tutta l’azienda. «In una fase di crisi globale e di profonda trasformazione, il Bmw Group non solo ha ottenuto risultati robusti in modo affidabile sotto la sua guida, ma ha anche rafforzato in modo sostenibile la sua posizione di leader nella concorrenza globale», ha affermato Norbert Reithofer, presidente del consiglio di sorveglianza della Bmw. Goller, nel frattempo, sostituirà Pieter Nota, che è stato membro del consiglio di sorveglianza responsabile delle vendite del Bmw Group.

«Con Jochen Goller nominiamo nel consiglio di amministrazione un direttore delle vendite con esperienza internazionale che, in quanto esperto esperto della Cina, conosce come nessun altro il mercato più grande del Bmw Group», ha affermato Reithofer. Goller, 57 anni, lavora in Bmw dal 1999. Ha lavorato come responsabile marketing in Cina dal 2004 al 2009, poi a capo del marchio Mini, ed è tornato in Cina nel 2015, guidando le vendite per Bmw prima di assumere la direzione del marchio Bmw. Le attività del Gruppo in Cina. Nota, 59 anni, è sotto contratto fino alla fine del 2024, ma lascerà il suo incarico all’inizio di novembre. Tuttavia, al suo addio ha ricevuto grandi elogi. Reithofer ha affermato che sotto la sua guida la Bmw quest’anno era sulla buona strada per «raggiungere o addirittura superare il livello pre-corona» nelle vendite. Reithofer ha anche attribuito a Nota il merito di aver digitalizzato le vendite e di aver implementato un modello di agenzia presso Bmw. L’olandese ha iniziato la sua carriera in Unilever, è stato membro del consiglio di amministrazione di Beiersdorf e Philips ed è entrato in Bmw nel 2018. 

  • condividi l'articolo
Lunedì 2 Ottobre 2023 - Ultimo aggiornamento: 03-10-2023 19:23 | © RIPRODUZIONE RISERVATA