Tornado T-RIB 48

T-RIB 48, ecco la svolta di Tornado per il 2021: un maxi battello pneumatico veloce, elegante e sicuro

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

ROMA - Dici Tornado e pensi al mitico open in perfetto stile Magnum che ha segnato la nautica da diporto italiana: un vero e proprio apripista, dominatore del mercato e protagonista indiscusso nei nostri mari, soprattutto nell’area tirrenica, da Roma in giù. Quell’epoca d’oro, aperta da un imprenditore illuminato come Carlo Marchioro, resiste oggi esclusivamente sul mercato dell’usato, ma il brand Tornado è vivo e vegeto e, grazie a scelte coraggiose fatte dalla famiglia Sonnino Sorisio, che ne detiene ora la proprietà, lancia la sfida in un settore mai esplorato prima: quello dei maxi-RIB ad alte e altissime prestazioni.

Si chiama Tornado T-RIB 48 il nuovo prodotto del cantiere romano, misura 14,20 metri (4,20 il baglio massimo) e viene definito dai progettisti “un mix di potenza ed eleganza”: può montare infatti motori con potenze fino a 1200 cavalli (880 per l’esemplare numero 1) e raggiungere prestazioni eccezionali, offrendo anche lusso e comfort sia all’aperto sia sottocoperta, in due cabine per 4 posti letto.

Ci si aspettava un lancio in pompa magna al Salone di Genova, oppure la presenza al Salone di Bologna riservato proprio a imbarcazioni non superiori a 18 metri, ma il diffondersi della pandemia ha scoraggiato i responsabili del cantiere dal partecipare ed eventi fieristici. In anteprima è stata dunque organizzata una semplice cerimonia “in casa”, nei capannoni di via degli Atlantici, a Ostia, alla presenza di pochi amici e di alcuni addetti ai lavori.

A fare gli onori di casa Daniele Parisi, amministratore delegato di Tornado Yachts. Maestro d’ascia da tre generazioni e fondatore dei Cantieri Parisi, è stato scelto a suo tempo dalla famiglia Sonnino Sorisio “in quanto è l’uomo con la visione giusta per rilanciare la nuova era di Tornado”.

“L’attesa è finita” ha dichiarato da parte sua Parisi, sollevando i veli sulla rivoluzionaria novità dello storico cantiere laziale e sottolineando le innovazioni tecnologiche e di design introdotte con la nuova imbarcazione. “Il T-RIB 48 – ha detto - non è solo il risultato della nuova era Tornado, ma è anche il punto di partenza per una nuova generazione di barche potenti, sportive, sicure e con il massimo del comfort”.

Tra le caratteristiche peculiari del Maxi-RIB made in Ostia – vale la pena sottolinearlo – c’è sicuramente la carena sviluppata su un progetto del mitico Tom Fexas e su speciali tubolari che – viene assicurato – “garantiscono sorprendenti doti di stabilità trasversale e ottime prestazioni”.

Con due Volvo Penta entrofuoribordo da 440 cavalli la velocità massima dichiarata è di 45 nodi, 35 quella di crociera. Ma, come detto, l’imbarcazione è predisposta anche per adottare due motori più potenti, da 500 cavalli ciascuno, con eliche di superficie, oppure per motorizzazioni fuoribordo. In quest’ultimo caso il cantiere consiglia due motori da 400 cavalli, anche se è possibile montare tre motori fb da 400 cavalli, per un totale di 1200. Per ora non sono state fornite ancora informazioni su consumi e autonomia. La capienza del serbatoio carburante è comunque di 1500 litri, 300 la riserva d’acqua.

Potenze e prestazioni a parte, il nuovo T-RIB 48 di Tornado offre un originale layout asimmetrico della coperta con passaggio diretto dalla piattaforma di poppa al salotto di prua, passando per il living con prendisole e dinette e per la plancia di comando centrale. Negli interni, che offrono due cabine e locale bagno, non mancano spazio, luminosità e visuale. La portata massima è di 12 persone. Ancora non comunicato il prezzo.

  • condividi l'articolo
Martedì 27 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento: 28-10-2020 16:57 | © RIPRODUZIONE RISERVATA