Bull Days Tribute Motor valley, tra gli invitati anche Sylvester Stallone: attese duemila persone

Bull Days Tribute Motor valley, tra gli invitati anche Sylvester Stallone: attese duemila persone

  • condividi l'articolo

Cresce l’attesa per il Bull Days Tribute Motor valley, l’evento della più grande community al mondo di collezionisti di supercar Lamborghini che celebrerà la via Emilia e le sue eccellenze automobilistiche transitando lambendo luoghi iconici quali Maranello, Modena, Sant'Agata Bolognese, Varano Melegari, San Cesario sul Panaro, Pieve di Cento, Imola, Borgo Panigale. Per le trenta Lamborghini partecipanti un ritorno nell’Olimpo dei Tori dove il rombo dei motori assume musicalità mai sentite. Lamborghini storiche e moderne quali Countach 5000 S, Espada, Miura Huracàn, Gallardo, Diablo e Aventador.

Ospite d’onore la Lamborghini Miura che stravolse il concetto dei motori al Salone di Ginevra del 1966. Base logistica dell’edizione emiliana sarà l’Admiral Park Hotel Superior. Seguiranno poi experience esclusive ed eventi storici arricchiti da degustazioni enogastronomiche e roadshow mozzafiato, inseriti nei paesaggi simbolo dell’automobilismo italiano. Ed in occasione del Bull Day Tribute la community, che vanta soci quali Richard Gere e Jonny Depp sempre presenti negli appuntamenti americani, ha invitato per domenica anche Silvester Stallone, già in Italia per il Mondiale di Formula1. L'amore della stella di Rocky per la casa del toro è di vecchia data. Nel 1985 è diventata iconica la foto dell'attore americano accanto a una Lamborghini Countach LP 500 S rossa in Rocky IV con la tuta Adidas; oppure la Lamborghini Jalpa P3500 scelta sempre per Rocky IV.

Prima accarezzata e lucidata; poi guidata come un cavallo di razza nella scena cult che porta alla decisione di sfidare Ivan Drago per il titolo mondiale. Infine la Lambo Rambo, la Lamborghini LM002, primo mega Suv di lusso della storia ispirata ad un altro film cult di Stallone. Bull Days Motor Valley si articolerà tra esperienze museali e pratiche performative durante le visite guidate presso il castello di Panzano al Museo Righini e all’atelier Pagani dove, per l’occasione, dopo la visita guidata nella fabbrica si apriranno per la Bull Days community anche le prestigiose porte del Museo Horacio Pagani, mix perfetto tra cultura, design italiano e il fiero carattere argentino del suo fondatore.

Grazie alla partnership tra Bull Days, brand internazionale attivo nel campo del luxury motorsport life style, ed Eurotarget, azienda leader nell’automotive, main sponsor dell'evento, sarà riaperta per un giorno, quella che un tempo fu la sede storica degli uffici Lamborghini Trattori; la prima azienda fondata da Ferruccio Lamborghini. La riapertura dell’iconica “Cupola” a Pieve di Cento, che ospitava l’ufficio del Cavaliere renazzese, vuole celebrare ideologicamente il 76° anniversario dalla fondazione della sua prima officina. Presenti lambo storiche e moderne, oltreché i famigerati trattori marchiati Lamborghini, tra cui spiccano i modelli Carioca, il primo realizzato nell’anno di fondazione dell’azienda nel 1948 (i modelli L e DL) nelle loro varie versioni insieme alla celebre edizione “Lamborghinetta”, evoluzione delle precedenti DL. Guest star le Lambo 291 che gareggiarono negli anni 90 in Formula 1. Punte di diamante della divisione Lamborghini Engineering che nel 94 furono pubblicamente elogiate per la qualità del motore lambo anche dalla campione brasiliano Airton Senna. "Si tratta della prima volta in cui vengono riunite in un luogo unico ed iconico, riportandole “a casa” tutte le vetture che hanno segnato la storia, nelle sue sfumature più varie ed emozionali, della “casa del toro”: un vero e proprio pellegrinaggio alla mecca dei motori accolta con grande entusiasmo dal mondo dei proprietari di Lamborghini" afferma Stefano Cigana, organizzatore dei Bull Days, eventi che hanno portato le iconiche Lamborghini da Venezia a Dubai, a Montecarlo, a Miami, a Napoli ed ora tornano a casa, nella Motor Valley. Proprio nella Motor Valley si trova la sede del brand ”Eurotarget - persone che vendono auto”, concessionaria Multimarche che tratta tutte le tipologie di autoveicoli, a pochissimi passi dalla cupola, rilevata dallo stesso brand con l’ambizioso progetto di realizzarci la nuova sede, che sarà affiancata da un ulteriore edificio espositivo e un altro di servizi alla persona nel settore automotive.

"Ho sempre visto questa struttura come un sogno per la concessionaria che ho fondato nel 2003 – il pensiero di Stefano Chierici, Ceo di Eurotarget - un traguardo che siamo riusciti a raggiungere grazie all'impegno di tutto il Team e al mercato che non smette di darci fiducia! Non ho mai sfiorato l’ipotesi di abbattere questo storico edificio che ha dato lavoro a tantissime persone del nostro territorio, un'icona per l’architettura, per la storia scritta, ma bensì di recuperarlo nell'intento di fare rivivere lo spirito d'innovazione e lungimiranza che ancora si respira in ogni racconto che mi è stato riportato dal giorno in cui ho rilevato quest'area.” I lavori cominciati da ormai 18 mesi sono vicini alla conclusione, di quello che è la realizzazione del sogno dell'imprenditore emiliano di guidare la sua azienda verso un ambizioso futuro all'interno dell'edificio storico. Ma non è il solo percorso per questa area... in quanto anche la comunità tutta del territorio è lieta di questa realtà che cresce anno su anno, che allo stesso tempo vuole riversare sul suo territorio la creazione di nuovi posti di lavoro e, al tempo stesso, riconsegnare l'edificio cupola rendendolo accessibile a tutti, proprio per la storia gloriosa di questo luogo, pronto a rivivere tra qualche mese! La fabbrica dei trattori Lamborghini fa parte della storia di Pieve. Ha dato da lavorare per anni a centinaia di famiglie. Ancora oggi in tanti cittadini si chiamano fra loro "ex collega", proprio perché hanno mantenuto negli anni il grande prestigio di aver lavorato in quella grande e suggestiva fabbrica.

L'obiettivo o meglio il sogno dell'amministrazione comunale, della Eurotarget, dei privati investitori e di tutta la comunità di Pieve di Cento, è di fare in modo che quella storia continui: se pure la fabbrica vera e propria non c'è più, se pur oggi quel luogo è diventato uno dei quartieri residenziali più belli di Pieve di Cento, a fianco della Casa della Musica! Il sogno è che il CUORE della cosiddetta "Rotonda" o "Cupola" (ovvero quello che era il nucleo e centro vitale di quella storica fabbrica), diventando la sede della moderna e brillante Concessionaria di Vendita Auto Eurotarget, continui a battere!

Nell’ambito dell’evento è prevista una apertura straordinaria della cupola con esposizione trattori, supercar, monoposto formula 1 e mostra fotografica con immagini inedite della fabbrica per celebrare la storia del toro nel territorio il braccialetto commemorativo ritirabile direttamente alla fabbrica dei trattori domenica 18 settembre dalle 09:00 (Via Provinciale Bologna, 2/G 40066 Pieve di Cento (BO) Tel. (+39) 051 68 61 760 | Email: info@eurotarget.co). Ingresso libero. Presenti anche i proprietari di trattori Lamborghini dell’area che vorranno raggiungere la Cupola. Duemila le persone che tra adesioni online e in presenza hanno garantito la loro presenza. La storia dei motori si unisce alla storia delle persone, figure simbolo capaci di tradurre la propria passione in eccellenza globale grazie all’arduo ingrediente del tempo e della dedizione. È in questa visione che il prestigioso brand Bepi Tosolini si è riconosciuto al 100%, diventando ufficialmente Main Sponsor del Bull Days Motor Valley Tribute. Bepi Tosolini è sinonimo di qualità artigianale italiana, marchio d’eccellenza creatore di veri e propri elisir, distillati emozionali dal 1943. Riconosciuto internazionalmente per i pregiati alambicchi tradizionali in grado di generare prodotti unici nel suo genere. La sapiente lentezza scandisce qui il tempo della qualità da quasi un secolo.

Venerdì 16 settembre la Bull Days Community arriverà nel pomeriggio all’Admiral Hotel Bologna; alle 15.30 Visita al Museo Righini; 350 esemplari, tra cui spiccano la Auto Avio Costruzioni 815 del 1940, la prima vettura costruita da Enzo Ferrari, quando ancora non esisteva la sua fabbrica, acquistata da Righini dal Museo di San Martino in Rio; l’Alfa Romeo 2300 8C, appartenuta al leggendario Tazio Nuvolari, che con essa vinse la Targa Florio nel 1933 e il Gran Premio di Monza; la singolare Fiat Chiribiri del 1912, che nell’aspetto ricorda un sigaro su quattro ruote, in grado di raggiungere velocità sorprendenti per l’epoca. Road Show per le vie di Bologna e alle 20.00 Cena in ristorante tipico Emiliano “L’Aquila Nera” Sabato 17 settembre Partenza con destinazione Pagani Automobili. Fondata nel 1999 in una piccola località posta tra Modena e Bologna, la casa automobilistica unisce in un mix perfetto la cultura e il design italiano al fiero carattere argentino del suo fondatore Horacio Pagani. Roadshow e pranzo in acetaia. A seguire destinazione Bull Bar Sant’Agata Bolognese con esposizione delle auto. Visita alle 16.30 al Museo Automobili Lamborghini. Rientro presso l'Admiral Hotel. Domenica 18 settembre Evento Fabbrica dei Trattori - Apertura straordinaria a Pieve di Cento della cupola con esposizione Lamborghini (supercar storiche e moderne, trattori, monoposto Formula 1), mostra fotografica della fabbrica con ospiti e protagonisti dell’epoca. Poi Road Show, pranzo e Chiusura del Bull Days Motor Valley Tribute

  • condividi l'articolo
Giovedì 15 Settembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 18:51 | © RIPRODUZIONE RISERVATA